Cerca

Maurizio Portaluri si presenta

Maurizio Portaluri

Sono un medico brindisino nato nel 1960, mi sono laureato e specializzato nella cura dei tumori all’Università Cattolica di Roma, ho lavorato per undici anni nell’ospedale di Padre Pio a San Giovanni Rotondo e dal 1999 lavoro in quello di Brindisi.
Mi piace studiare, fare ricerca e scrivere perché questo mi aiuta a rendermi più utile per gli ammalati. Così ho instaurato in questi anni diverse collaborazioni scientifiche (Università Cattolica, Università di Bari, CNR ed altri enti di ricerca) che mi hanno permesso di scrivere diverse pubblicazioni scientifiche (cercale, se ti interessa, a mio nome sul sito www.pubmed.gov). E poiché sono convinto che la salute individuale non proviene solo dall’opera di un bravo medico ma anche dalla buona salute della collettività, mi sono occupato di tutela del diritto alla salute negli ambienti di vita e di lavoro partecipando alle attività del movimento di lotta per la salute Medicina Democratica. In particolare ho assistito lavoratori colpiti da malattie varie tra cui tumori causati da agenti cancerogeni presenti nei luoghi di lavoro, prima al petrolchimico di Manfredonia, poi a quello di Brindisi, nelle industrie di Taranto e in tante altre realtà produttive della regione. Una particolare attenzione ho rivolto agli esposti all’amianto.
Sui temi della salute scrivo su riviste e giornali in maniera divulgativa perché credo che ciò che la scienza comprende sulla salute degli uomini può e deve essere spiegato al maggior numero di persone possibile. E questo soprattutto quando la tutela della salute richiede un’azione diretta da parte delle popolazioni minacciate dalle nocività. Per questo collaboro anche con l’associazione “Salute Pubblica” che cura un centro di documentazione informatico.
Nel 2003 ho scritto un capitolo nel libro di Giulio Luzio I fantasmi dell’Enichem (Baldini & Castoldi) su Nicola Lovecchio ed il petrolchimico di Manfredonia.
Nel 2008, sempre sulla vicenda operaia di Manfredonia, è uscito un libro a quattro mani con l’autore ed attore di teatro, il tarantino Alessandro Langiu (Di Fabbrica si muore, Manni Editori).
Non sono un giornalista ma i miei interventi sono ospitati da Nuovo Quotidiano di Puglia.
Nel 2005 per due anni ho lasciato temporaneamente la professione medica perché chiamato dalla Giunta Regionale a dirigere la ASL di Barletta-Andria-Trani (Bat) e poi l’Istituto Tumori di Bari. Incarico che ho lasciato anzitempo per tornare a fare il medico. Su questa esperienza ho scritto nel 2008 un libro per Glocal Editrice, La Sanità malata. Viaggio nella Puglia di Vendola.
Continuo a studiare ed a scrivere della situazione sanitaria del nostro meridione soprattutto in relazione alla gestione dei rifiuti, tema “tossico” di questi decenni. Mi sono occupato di salute nel mediterraneo con una piccola collaborazione sulla salute materno-infantile col Comune di Scutari in Albania. In questi mesi, con alcuni ricercatori del CNR, si sta costruendo una collaborazione con l’ università palestinese Birzeit di Ramallah.

Maurizio Portaluri

Visualizza la galleria delle immagini

Copyright Glocal Editrice